LO STORE DI TORINO

_nps9097_nps9102_nps9111_nps9112_nps9115_nps9116_nps9122_nps9130_nps9132_nps9133_nps9137_nps9145_nps9147_nps9149

IL concept store dedicato alle eccellenze dell’economia carceraria italiana


DUE PAROLE SU FREEDHOME. ANZI, QUALCUNA IN PIÙ.

Questo spazio è di proprietà del Comune di Torino.
Con generosità e lungimiranza è stato messo a disposizione del Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria del Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta che lo ha dato in uso a Extraliberi, cooperativa che lavora nel carcere Lorusso e Cutugno di Torino.
Grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, alla dedizione di Monica Cristina Gallo, Garante per i diritti dei detenuti del Comune di Torino, al progetto dell’architetto Marina Massimello e all’impegno della rete di cooperative rappresentate dal marchio Freedhome, questo concept store è diventato realtà.

Più che un semplice luogo, Freedhome è lo straordinario risultato della collaborazione tra istituzioni, professionisti, cooperative, manager, agenti di polizia penitenziaria, detenuti e volontari: storie diverse, a volte opposte e contrarie, che qui si incontrano sulla stessa strada.



Un progetto di:

logo-citta-torino
min-giustizia
repubblica-italiana
compagnia-sanpaolo
extraliberi

Progettazione:

mmassimello

Sponsor:

fornengo
gurlino
rezina
veglio-aldo